top of page

Grande interesse per la causa della SASV, prorogato il registrazione fino al 14 agosto 2023

La causa modello dell''Associazione svizzera di protezione degli investitori (Schweizerischer Anlegerschutzverein, SASV) contro UBS ha riscosso grande interesse. Nel giro di una settimana, oltre 500 persone hanno già aderito alla richiesta di revisione giudiziaria del rapporto di cambio nell'acquisizione del Credit Suisse.


TI fatti più importanti in breve:

  • Già oltre 500 iscrizioni in una settimana

  • In particolare, azionisti privati svizzeri, tra cui numerosi pensionati e dipendenti del Credit Suisse.

  • Periodo di registrazione esteso fino al 14 agosto 2023

  • Partecipazione possibile anche tramite i finanziatori delle cause e quindi priva di costi e rischi

  • Invece di non aderire affatto a una causa, il SASV consiglia di aderire tramite il litigation financier (opzione 2) per poter beneficiare del risultato in caso di accordo extragiudiziale.

  • Tuttavia, non c'è garanzia che gli azionisti ricevano di più alla fine, nonostante l'approccio discutibile di UBS.


In tempi record, l'Associazione svizzera di protezione degli investitori (Schweizerischer Anlegerschutzverein, SASV) è riuscita a creare una piattaforma per la registrazione degli ex azionisti di Credit Suisse in tedesco, francese, italiano e inglese, attraverso la quale è possibile aderire all'azione di revisione del rapporto di cambio ai sensi dell'art. 105 della legge sulle fusioni. Nel giro di una settimana, più di 500 azionisti hanno già aderito all'azione legale tramite il SASV. Tra loro ci sono soprattutto piccoli investitori privati svizzeri ed ex dipendenti del Credit Suisse che avevano ricevuto parte della loro retribuzione in azioni ormai "quasi prive di valore".


L'azione della SASV, ai sensi dell'art. 105 della legge sulle fusioni, riguarda la questione se i diritti azionari e di socio degli azionisti di CS siano stati adeguatamente tutelati nel contesto dell'acquisizione di CS da parte di UBS. Gli azionisti di CS hanno ricevuto solo un'azione UBS per ogni 22,48 azioni CS. Alla luce del prezzo di chiusura di UBS di venerdì 17 marzo 2023, pari a 17,11 franchi, il prezzo stabilito nell'accordo di fusione del 19 marzo 2023 era quindi di soli 76 centesimi per azione CS, mentre il prezzo di borsa dell'azione CS era di 1,86 franchi due giorni prima. Il valore contabile al 31 marzo 2023 era di 13,70 franchi per azione. Pertanto, il rapporto di cambio di 22,48 azioni CS per azione UBS non solo è stato determinato senza alcuna base decisionale fondata nell'ambito di un'azione affrettata, ma questo rapporto di cambio si è anche rivelato troppo vantaggioso per UBS. Ciò si riflette anche nel corso delle trattative: UBS ha offerto prima una somma forfettaria di un miliardo di franchi, poi una somma forfettaria di tre. Questo a fronte di un capitale proprio del Credit Suisse di 54 miliardi di franchi a fine marzo 2023. Dopo aver dedotto il prezzo d'acquisto, c'è il cosiddetto "badwill" di 51 miliardi di franchi. Normalmente, le aziende pagano un goodwill, ossia un premio sul valore patrimoniale netto, quando rilevano una società. L'acquisizione della seconda banca svizzera da parte della banca più grande ha avuto il carattere di un horse trading, in cui il prezzo di acquisto è stato determinato arbitrariamente.


Inoltre, il rapporto di cambio non è stato finora verificato in modo indipendente. Per determinare il valore equo del Credit Suisse ed esaminare l'adeguatezza del rapporto di cambio è pertanto necessario un controllo giudiziario e la correzione di tale rapporto di cambio da parte di un esperto appropriato. Soprattutto se si considera che il Credit Suisse è una delle banche meglio capitalizzate d'Europa.


Inoltre, gli azionisti non avevano alcun diritto di ispezione e non potevano votare sulla fusione. In questo modo sono stati aboliti numerosi meccanismi di controllo previsti dalla legge sulle fusioni. La revisione non è solo nell'interesse degli azionisti di CS, ma dell'intera piazza finanziaria svizzera, per non aprire la porta a espropri incontrollati.


Per questo motivo, per la prima volta in Svizzera, il SASV offre agli azionisti la possibilità di partecipare a un'azione legale a costi minimi, al fine di fornire un contrappeso alle grandi società sul mercato dei capitali, in modo che anche i piccoli investitori possano far valere i propri diritti in modo efficiente dal punto di vista dei costi e degli sforzi. L'obiettivo è aumentare la pressione sui grandi operatori del mercato dei capitali affinché si comportino in modo legalmente conforme. Il SASV non ha come obiettivo il profitto.


Le parti interessate possono scegliere se sostenere direttamente la propria quota di costi della causa su base proporzionale (variante 1) o aderire a una causa finanziata da un finanziatore di controversie attraverso il SASV (variante 2):


Opzione 1: assunzione proporzionale dei costi da parte dell'azionista CS

I costi della causa sono sostenuti proporzionalmente dai partecipanti e dovrebbero essere relativamente bassi grazie all'effetto sinergico. Se partecipa un numero di azionisti superiore a quello calcolato in precedenza e i costi per azione possono quindi essere ridotti, l'importo pagato in eccesso sarà rimborsato agli azionisti partecipanti.


Opzione 2: costi a carico dei finanziatori del contenzioso

In alternativa, coloro che non desiderano sostenere ulteriori costi possono aderire a una causa finanziata da un finanziatore di controversie attraverso il SASV. La partecipazione a questa causa è gratuita e quindi priva di rischi. Il finanziatore della causa finanzia l'intero costo del procedimento. In cambio, in caso di successo, riceve una remunerazione sotto forma di una percentuale del risarcimento stabilito dal tribunale o in modo comparativo. Il SASV non trae alcun profitto dal finanziamento delle controversie.


Le parti interessate devono trovare maggiori informazioni sulla partecipazione sul sito web del SASV entro il 14 agosto 2023 e registrarsi direttamente: Clicca qui!


Gli azionisti partecipanti sono rappresentati da Niedermann Rechtsanwälte di Zurigo.

Comments


bottom of page